Recensioni




>TORNA INDIETRO<


Punta Gniffetti (Cresta Signal)

<div class="field field-type-text field-field-autore"><div style="font-weight: bold;" class="field-label">Autore: </div><div class="field-items"><div class="field-item odd">Matteo Mordeglia<br><br>Quota di partenza 3624 m dal bivacco Resegotti<br>Quota vetta 4557 m<br>Dislivello cresta 930 m; <br>Sviluppo 1300 m<br>Dislivello totale 3200 m ca<br><br>Bisogna andare le condizioni sono quelle giuste???..sole e zero termico a 3600.


</div></div></div> Ci dirigiamo verso la v. Sesia gia di buon ora, alle 9.00 siamo gia in
macchina, le relazioni parlano di un lungo avvicinamento al bivacco
Resegotti (5h).<br>
Una volta giunti ad Alagna bisogna parcheggiare il piu vicino possibile
all?arrivo delle funivie, visto che al vs ritorno l?ultima cosa che
vorreste fare sara quella di intraprendere ancora della strada a piedi.
Da li bisogna recarsi alla Cascata acqua bianca, raggiungibile solo ed
esclusivamente con un pulmino a pagamento, messo a disposizione per chi
vuole raggiungere il rifugio e/o il bivacco.<br>
<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti1.jpg" width="500"><br><br>
<br>
Il sentiero che vi portera al bivacco segue da prima tutta una valletta
per poi sfociare ai piedi della piramide Vincent e della punta
Gniffetti. Si sale per circa 3 ore fino a raggiungere un bellissimo
rifugio dove vorreste passare la notte vista ancora la lunga marcia che
vi attende 2h circa, su morena detritica???e nevai abbastanza ripidi. IL
bivacco e gia abbastanza evidente dal pianoro sovrastante il rifugio,
quindi impossibile sbagliare.<br>
<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti2.jpg" width="500"><br><br>
<br>
Giunti al bivacco la via e molto visibile, e con le giuste carte in mano
riesci gia ad individuare il percorso. Se il rifugio e sovraffollato
potrebbe sorgere qualche problema logistico, ad esempio i posti letto,
fortuna vuole che i miei amici si adattano ad ogni tipo di giaciglio e
mi hanno lasciato l?unico letto libero?.grazie ancora!<br>
(Per gli amanti del genere al rifugio abbiamo scambiato quattro
chiacchere con il mitico Pellissier Jean vincitore dell?ultimo trofeo
Mezzalana??..correvano anche sulla cresta Signal)<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti3.jpg" width="500"><br><br>
<br>
Nuovamente la sveglia e di quelle allucinanti, alle 03.00 per essere pronti a muovere alle 04.00.<br>
Uscendo dal bivacco con un cielo ricco di stelle ci apprestiamo ad
intraprendere i primi passi sulla cresta nevosa che ci portera al colle
Signal (1h) cresta in alcuni punti molto esposta, con tratti di roccia e
sfasciumi.<br>
<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti4.jpg" width="500"><br><br>
<br>
Ovviamente quando si giunge al colle e ancora buio e la strada da
intraprendere non e di facile interpretazione, quindi bisogna fare
affidamento sulle relazioni e sul proprio istinto ( anche i segni dei
ramponi sulla roccia aiutano) Bisogna salire quasi sempre sul filo di
cresta aggirando eventuali pilastri e/o placche insormontabili con i
ramponi?..sulla via esistono alcuni chiodi, ma molto rari da trovare,
solo un passaggio risulta (protetto) il traverso sotto la grande S. <br>
Una volta superato questo traverso, per altro molto esposto, si puo
quasi dire di essere in cima, la capanna e ben visibile, mancano
soltanto alcune lunghezze, prima di sbucare in vetta.<br>
<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti5.jpg" width="500"><br><br>
<br>
La cresta Signal e molto lunga e per niente banale, anche se le
relazioni parlano di III/IV gradi, da affrontare con picca e ramponi,
bisogna sempre ricordarsi inoltre, di quale ambiente ci sta ospitando,
per non parlare poi delle esposizioni che alle volte sono molto forti.<br>
<br>
<br><img src="http://www.caisavona.it/modules/upload/files/gnifetti6.jpg" width="500"><br><br>
<br>
Un ringraziamento ai miei compagni di corda, ed inoltre un simpatico
saluto ai ragazzi che sono passati davanti alla finestra della
Margherita con le piccozze ancora tra i denti??..


Pubblicata il 18 Dec 2011 da thenax


I vostri commenti


Inserisci il tuo commento


Nome Utente:
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 


| Dimenticami
Powered by CuteNews

 

Design downloaded from free website templates.